Come ogni mattina Federico si reca alla sede principale della sua azienda. La GM Pulizie Ind. si occupa di pulizie in grandi realtà industriali e capannoni, ma da un po’ di tempo ha ampliato il suo bacino d’utenza con uffici e attività commerciali.

Sono passati ormai 25 anni dalla fondazione, eppure le abitudini di Federico non sono mai cambiate. Appena arrivato in ufficio accende il computer e controlla le email.

Una volta – sorride pensando al passato – aprivo le buste delle lettere, le raccomandate e i pacchetti. Ora ricevo allegati, PDF e fatture digitali”.

C’è poi il rito del caffè con Roberta, la segretaria sempre attenta e vigile, e Giulio responsabile dell’Amministrazione, preciso e metodico.

Non potrei condurre la mia azienda al successo senza l’aiuto dei miei collaboratori – ammette senza rammarico – sono la mia risorsa più preziosa”.

A metà mattina, se non ci sono riunioni in programma, Federico prende l’auto aziendale e parte alla volta delle svariate sedi di lavoro dei suoi dipendenti. Deve accertarsi di persona che i suoi collaboratori siano presenti in tutte le zone di lavoro, che arrivino puntuali e che svolgano al meglio le loro mansioni.

Gli anni però cominciano a farsi sentire – brontola massaggiandosi la schiena con le mani – e girare tutto il giorno in auto comincia a diventare difficile e molto debilitante”.

E se su alcuni aspetti della sua impresa, come ogni buon imprenditore, Federico riesce a delegare incarichi e responsabilità, sul controllo dei dipendenti non passa la consegna a nessuno.

Non è questione di fiducia o sfiducia, ma di esperienza e metodo – afferma convinto mentre scuote la testa – la pratica e la perizia con cui controllo le sedi di lavoro e i dipendenti sono insostituibili”.

Federico però su questo aspetto si sbaglia, e anche di molto! No, non parliamo della sua competenza, del suo know-how da imprenditore navigato, quelle rimangono qualità fondamentali e uniche, ma oggi ci sono molte tecnologie che possono sostituirlo nel controllo dei dipendenti fuori sede.

Per esempio i lettori RFID (Radio Frequency Identification), sono un valido sistema di controllo per collaboratori e dipendenti che svolgono abitualmente le loro mansioni in località e ambienti ogni volta diversi.

Gli RFID hanno visto negli ultimi anni un progressivo allargamento delle loro funzioni originali. Se prima infatti era una tecnologia più spesso associata alla logistica e al supply chain, oggi i lettori RFID sono la nuova frontiera nel controllo dei dipendenti.

Oltre ad essere una potente e innovativa tecnologia, il RFID è un perfetto marcatempo aziendale per gestire gli orari di lavoro dei dipendenti e controllare la loro presenza in diverse aree e zone di lavoro, aumentando così la produttività, i profitti e riducendo i costi di gestione.

Nelle imprese che si occupano di pulizia e disinfezione, come quella di Federico, dove la zona effettiva di lavoro è sempre diversa, la tecnologia RFID applicata al marcatempo offre:

  • controllo completo delle aree di lavoro;
  • maggiore rendimento e produttività;
  • costi ridotti per la gestione delle presenze;
  • migliore gestione dei turni e delle mansioni;
  • migliorare il servizio al cliente.

Beh, queste argomentazioni sono molto più che persuasive – afferma sorpreso Federico – la tecnologia RFID mi ha convinto, la utilizzerò anche nella mia azienda. Per la gioia della mia famiglia, ma soprattutto per la mia salute, appenderò le chiavi dell’auto al chiodo”.

E tu cosa aspetti? Non rimandare oltre, migliora oggi la tua vita lavorativa e aumenta la produttività della tua impresa con la tecnologia RFID!

Clicca qui per farti ricontattare senza impegno

[Voti: 25   Media: 4.8/5]